Tristagram Post

Installazione – misure variabili

Fotografia digitale su carta 350gr.

L’opera si presenta come una sequenza che, attraverso una scansione fluida delle parti, scinde il corpo in aggrovigli di pieni e vuoti senza soluzione di continuità. Portandolo in un’altra dimensione questo si trasforma in “materia”, non più stabile nella sua interezza, il corpo si presenta come un’anomalia. All’interno di un layout da social network come fa riferimento esplicito il titolo, le nostre immagini fisiche vengono “vetrinizzate”, glamour, superficiali, ci mostrano una postura che sembra costruita ma che invece non lo è. Momenti intimi, naturali, pose lasciate al caso diventano, attraverso un filtro visivo, modelli per raccontare agli altri immagini falsate. Il nudo letterale ci permette, forse, di riflettere su quanto veramente ci “spogliamo” su queste piattaforme e sul livello quotidiano di costruzione che diamo al nostro essere (le foto qui presenti mostrano solo la versione di base ristampabile). Nell’attuale copia stampata: la serie femminile ha l’icona del cuore ricamata a mano con filo rosso e la serie maschile riporta dei simboli stampati ad inchiostro sopra l’icona dei commenti.